Il sito utilizza cookie tecnici propri e cookie di terze parti: accedendo a qualunque elemento/area del sito al di fuori di questo banner, acconsenti a ricevere i cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso ai cookie, clicca qui.

Ok
Moduslam
Banner progetto Moduslam nuovo
Moduslam: dati tecnici
Official network
Iscriviti alla newsletter
La newsletter è un servizio gratuito
Privacy
PER INFORMAZIONI
PROGETTO MODUSLAM
Rossi Arch. Armando
Cell. 339-8980010

MAK HOLZ: PASSI SICURI VERSO LA CRESCITA ED IL MERCATO GLOBALE

MAK HOLZ: PASSI SICURI VERSO LA CRESCITA ED IL MERCATO GLOBALE
............................................................................................................................................
Ottimismo, investimenti e sviluppo, tre parole ormai rare nell’industria del legno, ma non ad Haimburg. La MAK Holz ha tanti progetti in cantiere. All’inizio di aprile Alfred Jechart, personalità conosciuta nel settore, è entrato a far parte dell’ azienda. Il suo nome è una garanzia di orientamento verso mercati globali.

La famiglia Marino, azionista di maggioranza, vuole ampliare lo stabilimento di Haimburg, sviluppare nuovi prodotti e valutare acquisizioni nel settore.

Un fattore determinante del cambio di strategia aziendale è stato l’ uscita di Alex Napetschnig
dalla MAK Holz, creando cosí l‘occasione di far salire a bordo un professionista esperto e stimato nel settore come Alfred Jechart.
La ripresa è in arrivo. "Le nostre strade, quella di Alex e la mia, si sono incrociate più di trent’anni fa. Siamo riusciti a fare qualcosa che non é scontato nel settore: chiudere sempre i bilanci in attivo. Il mercato del legno in Italia ha toccato il fondo.
Nel 2015 ci sarà un lieve miglioramento, ma la ripresa è in arrivo. Il fabbisogno non raggiungerà
i livelli degli anni record, però il numero dei concorrenti diminuirà sempre più
", sostiene Massimo Marino in merito alle previsioni per i prossimi anni.

"Conosco la famiglia Marino e la MAK Holz da quasi trent’anni. L’alta qualità e la professionalità sono le caratteristiche distintive che legano i clienti alla MAK Holz. Quando mi hanno chiesto di far parte dell’azienda, la decisione da prendere non è stata difficile per me“, dichiara Alfred Jechart che ora possiede il 25 % delle azioni. Il 75 % è nelle mani della Holding della famiglia Marino.

Dal 7 aprile Jechart lavora nel suo ufficio ad Haimburg ed è responsabile per la produzione e per le vendite.

Nuovi mercati. "La quota di esportazione con i nostri prodotti raggiunge circa il 93%. Siamo entusiasti di avere Jechart al nostro fianco che, grazie alla sua esperienza nel settore e agli innumerevoli contatti, ha una grande conoscenza dei mercati “. Questi i motivi che hanno
spinto Marino a chiedere l’ entrata di Jechart nella MAK Holz. Jechart identifica l’Europa
occidentale e il sud-est Europa come i primi mercati da sviluppare
.
La crescita sarà possibile grazie ai capitali ed allo spazio a disposizione.

Questa la strategia secondo Marino: "Il nostro obiettivo è la crescita – raggiungibile attraverso
investimenti o attraverso acquisizioni. Risulta fondamentale fare leva sulle risorse umane, poi verranno gli investimenti
". La MAK Holz soddisfa i due requisiti più importanti, "spazio sufficiente e riserve di capitale notevoli“. Jechart avrà il compito di trovare opportunità di investimento e di
valutare le possibili acquisizioni. La società consociata MAK Building è conosciuta soprattutto
per essere il distributore esclusivo dei pannelli CLT della Stora Enso in Italia. La società distribuisce circa 10 mila m³ all’anno.

"Avremmo potuto vendere di più, però abbiamo selezionato con cura i nostri clienti per minimizzare i rischi sul mercato italiano“, spiega Federico Marino, proprietario del 90% della società.

Ampliamento dello stabilimento. Si percepisce un gran potenziale di sviluppo ad Haimburg. L’impresa ha acquistato un appezzamento di terreno della superficie di 25 mila m² "in tempi in cui non ne aveva ancora necessità". Massimo Marino rivela: "nel futuro investiremo su questa area".
............................................................................................................................................
  • Da sin. Alex Napetschnig, Federico Marino, Massimo Marino, Alfred Jechart
  • Realizzazione in CLT del rifugio Dosson,Trentino Alto Adige
  • Stabilimento ad Haimburg con i 25.000 metri di terreno ancora disponibili
  • Via Cenni (Milano)  MAK Building è stato il fornitore esclusivo del pannello CLT
Le aziende partner
VIMAR spa
CASALGRANDE PADANA spa
RIWEGA SRL
KERAKOLL spa
UNIFIX SWG srl
D.K.Z. SRL - FIEMME 3000
LAPE HD srl
BORASCHI CASE IN LEGNO snc
TERMOLAN
STUDIO ALFA srl
STORA ENSO & MAK BUILDING
KNAUF di Lothar Knauf sas